Tu sei qui: Home / Appuntamenti / 100 APPUNTAMENTI PER L'ESTATE MODENESE

100 APPUNTAMENTI PER L'ESTATE MODENESE

creato da La redazione ultima modifica 21/06/2013 16:22
Musica, teatro, migranti, busker, poesia, ambiente, letteratura, sport, danza, architettura, arte, storia e cabaret: ogni sera tanti appuntamenti da non perdere

Oltre cento appuntamenti fino a fine agosto, con qualcosa da fare praticamente ogni sera, senza contare i film di qualità in programma al Supercinema Estivo e le numerose occasioni per vivere i parchi dei quartieri grazie ai programmi delle Circoscrizioni. Con decine di associazioni culturali coinvolte attivamente, ritorna l’Estate modenese organizzata e promossa dal Comune con il sostegno di Fondazione cassa di risparmio di Modena, Hera (che attiverà anche speciali iniziative on-line per i propri clienti) e altre aziende.


Musica, teatro, migranti, busker, poesia, ambiente, letteratura, sport, danza, architettura, arte, storia e cabaret sono gli ingredienti fondamentali. Oltre ai Giardini ducali, che si confermano il luogo principe dell’Estate, saranno tanti i luoghi che ospiteranno manifestazioni e appuntamenti, tra vie, piazze e piazzette del centro: piazza Pomposa, piazzale Torti, Teatro Tempio, piazza XX settembre, piazza Grande. Iniziative anche al Museo casa Enzo Ferrari, all’EstatOff di via Morandi e al “SunAgostino”, all’ex ospedale Sant’Agostino.

 

In programma tante iniziative musicali: dal ritorno in piazza Grande del “Radio Bruno Estate” il 17 luglio, a due serate speciali dedicate ai grandi miti della musica del XX secolo: il 6 luglio Crosby, Stills, Nash & Young, e il 19 luglio Beatles e Rolling Stones al centro di un originale confronto fra le più accreditate cover band.

Spazio anche a bande e fanfare e un po’ a tutti i generi musicali, con folk, jazz, swing e blues di nuovo protagonisti, tra l’altro, delle rassegne in Pomposa nei martedì di luglio e agosto. Non mancherà il bel canto, con una novità: laboratori per bambini di gioco creativo con la voce, intitolati “MiReLa” e curati dal Cubec di Mirella Freni (il 20, 21, 27 e 28 luglio, di mattina, ai Giardini).

 

Spettacoli teatrali comici, civili (Ascanio Celestini ai Giardini il 28 giugno) e di cabaret (il ventennale del Festival Cabaret emergente ai Giardini il 26 luglio) si alterneranno a danza, letture (il 27 luglio ai Giardini reading di Carlo Lucarelli) e presentazioni di libri, incontri su arte, storia e architettura, e serate di poesia ai Giardini, con un reading dei poeti modenesi il 18 luglio, e il ritorno di Marco Santagata il 31 luglio sull’Orlando furioso e il 7 agosto su D’Annunzio.

 

Non mancheranno iniziative e mostre d’arte, a partire dall’apertura estiva della Palazzina dei Giardini, dove la Galleria civica ospita la mostra “Island”, aperta da giovedì a domenica dalle 19 alle 23. Completano l’offerta spettacoli di danza, iniziative per e con i bambini e serate dedicate al dialetto anche nella canzone d’autore. In agosto saranno protagonisti gli appuntamenti dei “Giovedì del Giardino ducale” e del “Salotto in piazza XX settembre” a cura del Salotto Aggazzotti.

 

Come è ormai tradizione, per celebrare il Ferragosto Beppe Zagaglia terrà banco il 14 agosto ai Giardini quest’anno con “C’era una volta il bar” assieme ai suoi amici “spettacolari” con il loro inesauribile archivio di aneddoti intrisi di modenesità. Il coordinamento tra diversi assessorati comunali (Politiche economiche, Sicurezza, Sport, Centro storico, Politiche sociali, Politiche giovanili), in capo all’assessorato alla Cultura, ha permesso anche per l’Estate modenese di quest’anno di costruire un programma unico in un opuscolo, per consentire ai cittadini di costruire la propria agenda in base alle preferenze.

Il programma dell’estate è anche sul sito del Comune (www.comune.modena.it) e sarà pubblicato sul mensile “Modena Comune”, inviato a luglio a tutte le famiglie.

 

MUSICAL, SOSTENIBILITÀ E BUSKER PER INIZIARE

Iniziata ufficialmente con la Festa della Musica il 21 giugno, l’Estate modenese prevede nel primo weekend le iniziative del Festival del Cicloturismo culturale, in programma nelle piazze del centro (Mazzini, Matteotti e XX settembre) con concerti sabato 22 alle 22.30 ai Giardini, e domenica 23 alle 17.30 in piazza Matteotti.

 

Domenica 23 giugno alle 21.30 ai Giardini è di scena la MuMo Academy di Modena con Heron Borelli in “Concerto in Musical”, un percorso musicale tra le più famose arie dei musical di Broadway e del West End di Londra.

 

Martedì 25 alle 21 piazza XX settembre ospita “Favole in musica” a cura di Modenamoremio, mentre alle 21.30 ai giardini si svolge un appuntamento dedicato a “Fotografia e architettura”. L’architetto Piero Orlandi dell’Istituto per i beni culturali, introdotto da Catia Mazzeri, condurrà una narrazione attraverso la proiezione di immagini di architettura di grandi fotografi come Gabriele Basilico, Paolo Monti, Olivo Barbieri e Luigi Ghirri.

 

Mercoledì 26 giugno dalle 18.30 i Giardini ospitano l’iniziativa “Terra d’asilo, Modena e l’accoglienza ai rifugiati” che inizia con i saluti di Amnesty international e l’incontro con il giornalista e scrittore Gabriele Del Grande, reporter di ritorno dalla guerra in Siria. Dalle 21, dopo i saluti dell’assessore Francesca Maletti e interventi di esperti sul tema si svolgeranno proiezioni di video e del film “Vol spécial”. Ancora mercoledì 26, al TeTe alle 21, saranno in concerto Paolo Benvegnù e Walamaghe.

 

Primo di una serie di appuntamenti sostenuti da Hera, sempre il 26 giugno alle 21.30, piazza XX settembre ospiterà la conferenza scenica di Mario Tozzi, che inviterà a riflettere sui fragili equilibri dai quali dipende il destino del Pianeta e sulle buone pratiche con cui ciascuno può dare una mano all’ambiente. “Il Peso dell’Insostenibilità” – questo il titolo – anticipa l’appuntamento della mattina di domenica 27 giugno al Museo Casa Enzo Ferrari, dove lo stesso Tozzi modererà la presentazione del Bilancio di Sostenibilità del Gruppo Hera.

Da giovedì 27 a domenica 30 giugno, dalle 16 alle 24 con laboratori al mattino dalle 10 alle 12, al parco Amendola ritorna il “Modena Buskers Festival” con tanti artisti di strada e i loro spettacoli.

 

Sempre in collaborazione con Hera, “Il Piccolo Paese, racconti” è lo spettacolo di Ascanio Celestini in programma venerdì 28 giugno ai Giardini, giorno in cui in piazzale Torti, a cura di Fusorari, la rassegna “La piazza in una mano” propone “Salgari 150 Indie”, viaggio fotografico del giornalista Gian Stefano Spoto e concerto di indo fusion del trio Laya Sangam.

 

Sabato 29 giugno alle 21.30 ai Giardini si svolge “Un viaggio in musica” concerto con colonne sonore di grandi film interpretate dalla Banda cittadina di Modena “Andrea Ferri” e dalle corali “Pancaldi” di Lesignana e “Beata Vergine Assunta” di Casinalbo. Sempre sabato 29, all’Estatoff di via Morandi suona Marina Rei prima di Passerotto dj, mentre al SunAgostino, a cura di Juta e Mattatoio, dalle 22 si svolgono i live di Gazebo Penguins, Red Worms Farm, In Zaire e Death of Anna Karina.

 

Il programma di giugno si chiude domenica 30 ai Giardini alle 21.30 con un talk show seguito da un concerto per presentare il libro “Piccole ragioni, filosofia con i bambini” (Franco Cosimo Panini), nato da un progetto di Comune e Fondazione San Carlo che ha portato la filosofia in 16 scuole d’infanzia. “Sospesi tra il mondo quotidiano e i mondi immaginati, coinvolti in esempi e metafore della filosofia – spiega la scheda di presentazione – bambine e bambini di quattro e cinque anni parlano del bene e del male, del mondo che esiste ai loro occhi e di altri mondi possibili. Nelle scuole dell’infanzia comunali di Modena la filosofia è arrivata così, con domande inattese, enigmi vicini e pagine bianche da riempire provando la meraviglia di muoversi ai confini tra la filosofia e i giochi del ‘fare finta’”. Intervengono Adriana Querzè, assessore all’Istruzione, Roberto Franchini, presidente della Fondazione San Carlo, Benedetta Pantoli, responsabile del servizio educativo scolastico 0-6 del Comune e Alfonso Maurizio Iacono, del comitato scientifico della San Carlo. Letture dal libro sono affidate all’attore Andrea Ferrari. Alle 22.30 il concerto di Elena and the Seekers.

 

ALLA SCOPERTA DELLE MOSTRE CON I CURATORI

Tra le iniziative dell’Estate dedicate all’arte, oltre alla mostra della Galleria Civica “Island, new art from Ireland” dedicata all’Irlanda (alla Palazzina da giovedì a domenica dalle 19 alle 23), c’è il ciclo “Andar per mostre insieme ai curatori” in programma ai Giardini Ducali al giovedì alle 21.30 a cura della biblioteca civica d’arte Poletti.

 

Giovedì 27 giugno si incomincia con “Il collezionista di meraviglie. L’Ermitage di Basilewsky” allestita a Palazzo Madama di Torino. Presenta la mostra Enrica Pagella, direttrice di Palazzo Madama.

 

In luglio, giovedì 4 Monica Betti, direttrice del museo fiorentino delle Cappelle Medicee presenta la mostra ospitata dall’istituto che dirige: “Nello splendore mediceo, Papa Leone X e Firenze”.

 

L’11 luglio, invece, Daniela Ferretti, direttrice di Palazzo Fortuny a Venezia presenta l’esposizione “Tàpies. Lo sguardo dell’artista” allestita, appunto, a Palazzo Fortuny.

Gli appuntamenti, tutti gratuiti, in caso di pioggia saranno annullati.

 

Per le tre mostre sono previste visite guidate con partenza da Modena a cura dell’associazione “Arianna”.

Per informazioni occorre telefonare al numero 334 8518717 dalle 15 alle 17 o scrivere e-mail all’indirizzo arianna.guide@libero.it

Etilometro

Etilometro on-line

Consulenze online

piccolo chimico

Piccolo chimico

Gioco azzardo

Gioco d'azzardo

Prevaricazioni e bullismo

Prevaricazioni e bullismo

Servizio civile

Servizio civile

scrivici