Tu sei qui: Home / Appuntamenti / NATALE A MODENA

NATALE A MODENA

creato da La redazione ultima modifica 02/12/2012 18:12
Oltre 150 appuntamenti in centro tra mercatini, teatri, animazione di strada, mostre, cinema d’essai e concerti degli auguri

Quali appuntamenti, quali mostre, quali concerti ci sono nel periodo natalizio in centro a Modena? Le risposte si possono trovare in un’agendina tascabile che raccoglie gli oltre cento appuntamenti, in buona parte promossi dal Comune, in programma dal primo dicembre al 6 gennaio.

 

Vi sono elencati giorno per giorno mercati e mercatini, concerti degli auguri, animazioni nelle piazze, spettacoli a teatro tra prosa, e balletto, i film al cinema 7b e alla Sala Truffaut, le mostre e i programmi di musei e biblioteche, le iniziative di Modenamoremio – che quest’anno propone, oltre al ritorno della pista del ghiaccio in piazza XX settembre anche un Giardino d’inverno con giochi di luci, una installazione nell’ex caserma dei Carabinieri di via Sant’Eufemia e una mostra di presepi del mondo nella chiesa di San Giovanni in piazza Matteotti – e il Capodanno che ritorna in piazza Grande con il concerto di Roy Paci & Aretuska a chiudere l’esibizione di band giovanili, alcune delle quali provenienti dalle zone colpite dal terremoto di Maggio.

 

E poi gli orari e i percorsi del trenino di Natale che gira per il centro e i numeri di telefono utili per avere informazioni sulle programmazioni e le iniziative.

Quest’anno anche il Mef (Museo casa Enzo Ferrari) si veste a festa con iniziative e splendide vetture che si daranno il cambio sotto l’albero di Natale.

 

Anche in queste festività il Comune ha allestito le luminarie nei luoghi e negli accessi principali del centro e un'atmosfera festosa accenderà il cuore della città, grazie al coordinamento fra gli assessorati (Sviluppo economico, Centro storico e Cultura) e alle associazioni che contribuiscono a rendere vivace il periodo natalizio.

L’agenda “Natale in Centro 2012”, che tiene insieme le oltre 150 iniziative di istituti culturali e associazioni in un unico strumento di comunicazione utile e pratico, è stampata in 30 mila copie. Sarà distribuita nei centri informativi del Comune e nelle circoscrizioni, nelle biblioteche, nei punti di Modenamoremio, nei negozi e alla fermata del trenino di Natale.

 

LUCI, TRENINO, PISTA E GIARDINO D’INVERNO

Sfere fotografiche sotto i portici, animazioni e golosità in piazza Matteotti, filodiffusione e babbi natale in Cesare Battisti e in via Taglio, presepi del mondo di Terrae Novae nella chiesa di San Giovanni in piazza Matteotti, cori e gospel. Dall’8 dicembre, in collaborazione con Free’n’joy e Tecnica vivai, un suggestivo giardino d’inverno con giochi di luce in piazza XX settembre vicino alla pista di ghiaccio e un altro giardino con sculture di vetro e cristallo nell’ex caserma dei Carabinieri in via Sant’Eufemia.

 

Sono tante le iniziative di Modenamoremio per rendere più attraente il centro, a partire dal ritorno del Trenino di Natale. Il mezzo più gettonato per arrivare nel cuore della città funziona dall’8 dicembre all’Epifania (tranne il 25 dicembre e il 1 gennaio) con capolinea in piazza Grande. Dal 10 al 21 dicembre nelle mattine dei feriali è disponibile per le scuole. Gli orari sono dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19 (il 24 e il 31 dicembre l’ultima corsa è alle 17.30). Dal capolinea in Piazza Grande percorre due diversi itinerari (percorso rosso: piazza XX Settembre, via Mondatora, via Canalino, via Mascherella, corso Canalgrande, via Gallucci, corso Adriano, via Emilia centro, corso Canalgrande, piazza Roma, via Farini, via Emilia centro, corso Duomo, piazza Grande; nuovo percorso blu: corso Duomo, via Sant’Agostino, viale Berengario, corso Cavour, via 3 Febbraio, piazzale san Domenico, via Cesare Battisti, via Emilia centro, corso Duomo, piazza Grande). Il ricavato sarà in parte devoluto a favore della Fondazione Ant Italia Onlus, che si occupa del sostegno delle persone malate di tumore.

 

La pista di pattinaggio ecologica di ghiaccio sintetico sarà aperta dall’8 dicembre. Dal 10 al 21 dalle 15.30 alle 19.30; dal 27 dicembre al 4 gennaio anche la mattina dalle 10 alle 13 e nei prefestivi e festivi la chiusura serale è alle 22. Nei pomeriggi di lunedì, mercoledì e venerdì sarà possibile imparare sotto la guida di un istruttore in collaborazione con “RollerMo”.

 

Tra gli appuntamenti, l’8 dicembre in via Selmi alle 16.45 l’associazione “Tutta un’altra musica” propone un repertorio di musica classica, sacra e natalizia, mentre in piazza XX settembre, spazio principe della rassegna “Armonie natalizie in centro storico”, sabato 8 dicembre si svolge il concerto del Coro delle voci del Frignano e sabato 15 della Daniel’s jazz choral, sempre con inizio alle 17.30. Quest’anno Modenamoremio, in collaborazione con l’associazione “Il piccolo borgo”, ha curato un particolare allestimento di un giardino anche nel cortile dell’ex caserma dei Carabinieri di via Sant’Eufemia, con sculture in vetro e cristallo degli artisti Carlo Baldessarri e Raffaele Morini. Lo spazio sarà aperto dall’8 dicembre al 7 gennaio con il titolo “Il piccolo borgo incantato”.

 

Anche la zona di via Taglio e via Cesare Battisti propone tre domeniche di animazione e cori Gospel a cura dell’Associazione Piccolo Ducale. Si parte il 2 dicembre con caldarrostai itineranti che distribuiranno caldarroste in omaggio, mentre il 9 dicembre un Coro Gospel allieterà l’angolo via Taglio e sant’Agata dalle 17.30 alle 19. Per i più golosi il Bar via Taglio 12 proporrà una porzione di tortellini e calice di Lambrusco con la gradita partecipazione dei giocatori del Modena F.C, mentre domenica 16 dicembre Babbi Natale “comici” divertiranno i passanti regalando cioccolatini e immortalando la serata con scatti istantanei.

In piazza Matteotti, infine, dal primo dicembre fino al 14 gennaio si possono gustare caldarroste, piadine e dolci all’Angolo della delizia in compagnia del duetto musicale Manco Inca, e nelle domeniche 9, 16 e 23 dicembre dalle 15.30 alle 19.30 si raccolgono le letterine a Babbo Natale.

 

Modenamoremio, società per la promozione del Centro storico, è patrocinata e sostenuta dal Comune di Modena, e dalle associazioni di categoria Ascom Confcommercio, Cna, Confesercenti e Lapam-Licom. Le iniziative natalizie sono realizzate grazie al sostegno di S. Felice 1893 Banca Popolare, main sponsor, e grazie alla collaborazione di Banco S. Geminiano e S. Prospero, Banca Popolare dell’Emilia Romagna e Cpl Concordia. (info: www.modenamoremio.it).

 

MUSEI E BIBLIOTECHE, INCONTRI E MOSTRE

I ritrovamenti delle mummie di Roccapelago, il mosaico tardoromano riscoperto nel 2010 a Savignano, i festeggiamenti per il ventennale della biblioteca Delfini, una mostra che ricostruisce l’idea di città dell’architetto Franca Stagi: sono alcune proposte degli istituti culturali cittadini per il mese di dicembre. Si comincia domenica 9 alla Galleria civica (Palazzo Santa Margherita, corso Canalgrande 103) con un concerto a cura degli Amici della musica e una visita guidata alla mostra “Changing difference”. Martedì 11 sarà la volta della biblioteca d’arte Poletti (Palazzo dei Musei, largo Porta Sant’Agostino 337) con l’inaugurazione alle 19 della mostra “Il progetto continuo: i restauri di Franca Stagi per i monumenti del centro storico di Modena”, preceduta alle 18 da una conferenza con i curatori, Matteo Agnoletto e Laura Domenichini.

 

Domenica 16 dicembre doppio appuntamento, la mattina alle 11 Lapidario romano dei Musei civici (Palazzo dei musei) dove sarà presentato “Il mosaico ritrovato”, frammento di pavimentazione di una villa tardoromana di Savignano sul Panaro, già individuato alla fine dell’Ottocento ma distaccato solo tra il 2010 e il 2011. Il mosaico, originariamente di 7 per 4,50 metri, è decorato con elementi stilizzati alternati al nodo di Salomone, con un tondo centrale incorniciato da una corona di lauro, tecnica che testimonia la ricchezza del committente.

 

Domenica 16 al pomeriggio dalle 14.30 in poi si torna a palazzo Santa Margherita per l’apertura straordinaria della biblioteca Delfini e la festa “Vent’anni sotto l’albero”: per i bambini ci saranno narrazioni e letture animate. Ai lettori adolescenti è dedicato l’incontro con Cecilia Randall e Leonardo Patrignani, ci sarà un annullo filatelico, saranno in mostra le opere realizzate dai lettori per il concorso fotografico “Un clic per la Delfini” e si leggeranno i racconti “Se ti dico delfini”. La serata si conclude con il concerto degli auguri della corale Gazzotti.

 

Sabato 22 dicembre alle 17 inaugura infine a Palazzo dei Musei la mostra “Le vesti di sempre: gli abiti delle mummie di Roccapelago e Monsampolo del Tronto”, dedicata alla sensazionale scoperta, tra la fine del 2010 e l’inizio del 2011, di numerosi corpi mummificati nella cripta della chiesa parrocchiale di Roccapelago, nell’Appennino modenese. Dal 20 dicembre al 6 gennaio, infine, i visitatori del Museo della Figurina, che ospita la mostra “Cose da niente”, riceveranno in regalo, fino a esaurimento, il calendarietto tascabile “Un 2013 da fiaba”.

 

MERCATI STRAORDINARI E MERCATINI

Ritornano per le festività anche mercati e mercatini a creare con i loro banchi un clima festoso nel cuore della città.

Al Novi Sad il classico mercato del lunedì si svolgerà anche nelle domeniche: il 9 insieme con una edizione speciale solidale del Mercantingioco dei bambini a favore di Aseop e Admo, quindi il 16, e il 23 dicembre.

Dalle 7.30 alle 13.30 di tutte le domeniche in piazzale San Francesco si svolgerà il mercatino dei produttori agricoli di Coldiretti.

 

Dal 13 al 24 dicembre sotto i portici di piazza Grande dalle 9 alle 20 si potrà curiosare tra le bancarelle dei “Sogni di Natale” a cura di Mercantico.

Due saranno i mercatini di artigianato artistico: quello de “I laboratori”, in piazza Mazzini si svolge nei weekend e dal 14 al 24 dicembre dalle 9 alle 20.30; quello delle vie Sant’Eufemia e Carteria nei fine settimana fino al 23 dalle 9.30 alle 20 a cura di “Tra borghi e contrade”.

 

NEI TEATRI DIVERTIMENTO, DANZA E OPERA

Sarà un Capodanno speciale quello con gli Oblivion al Teatro Storchi il 31 dicembre alle 21. Diretto da Gioele Dix, il quintetto torna a Modena dove presenta Oblivion Show 2.0: il “sussidiario” per festeggiare all’insegna del divertimento la fine dell’anno vecchio e l’inizio di quello nuovo. I cinque madrigalisti post moderni, noti al grande pubblico grazie a “I promessi sposi in dieci minuti” (video che ha impazzato su YouTube), portano in scena con la loro consueta eleganza e irriverenza, storie epiche o avvenimenti quotidiani. E giocano continuamente con la musica mescolando Lady Gaga con Bach o Tiziano Ferro, massacrando canzoni e testi famosi, ad esempio di Shakespeare, per ricomporli in modi surreali. Al termine dello spettacolo, la compagnia brinderà all’anno nuovo insieme al pubblico del teatro. Lo spettacolo va in scena anche il 30 alle 15,30, e il primo gennaio alle 21.

 

Un altro appuntamento a cura di Ert è in programma all’inizio del mese, quando martedì 4 dicembre alle 21 arriva allo Storchi “Platero y yo” con Moni Ovadia e la chitarra di Emanuele Segre in uno spettacolo tratto dal testo di Juan Ramón Jimènez, poeta spagnolo premio nobel per la letteratura, con musiche di Mario Castelnuovo – Tedesco. La serata rappresenta la tappa cittadina di “Una nuova stagione” di “Scena Solidale”, cartellone regionale con i protagonisti del teatro italiano impegnati nella solidarietà con le popolazioni terremotate.

 

Da una collaborazione fra Teatro Comunale “Luciano Pavarotti” e Aterdanza è nata invece la rassegna “Passioni in danza” dedicata a coreografi e compagnie italiane affermate ed emergenti, che si svolge appunto al Teatro delle Passioni di via Carlo Sigonio in tre serate di dicembre. Nell’arco di una settimana (11, 13 e 15 dicembre) la manifestazione darà al pubblico l’opportunità di immergersi in un piccolo festival e metter a confronto realtà, idee, stili e linguaggi diversi della danza contemporanea italiana più attuale. Il primo appuntamento sarà con Passo di Ambra Senatore Premio Equilibrio 2009 della Fondazione Musica per Roma; quindi la nuova creazione di Virgilio Sieni, che presenta un lavoro dedicato alla Resistenza attraverso l’interazione in scena con ex partigiani e con la musica eseguita dal vivo dal violoncello di Naomi Berrill. Il terzo appuntamento sarà con il Balletto Civile e lo spettacolo vincitore del Premio Roma Danza 2011 e del Premio Nazionale della Critica 2012: Il Sacro della Primavera.

 

Sempre il Teatro Comunale ha riservato per l’ultimo mese dell’anno la prima esecuzione assoluta di una nuova opera liberamente tratta dal romanzo Oliver Twist, commissionata e prodotta dal Comunale stesso in occasione del bicentenario della nascita di Charles Dickens. Autore di musica e libretto è Cristian Carrara, un giovane affermato compositore le cui musiche sono state eseguite da importanti complessi quali i Berliner Symphoniker e l’Orchestra Giovanile Italiana. Le scene saranno interamente realizzate con la tecnica della sand-art – ovvero della proiezione dei disegni su sabbia realizzati in tempo reale – da Massimo Ottoni, il primo artista a portare in Italia questa forma espressiva e che vanta collaborazioni in ambito teatrale e musicale con Stefano Benni, Alessandro Bergonzoni, John De Leo, Stefano Bollani e David Riondino.

 

Oliver Twist (1837-1839) è uno dei testi più celebri di Dickens. Fra i primi esempi di romanzo sociale, si esprimeva attraverso una rappresentazione fortemente antiromantica della realtà, raccontando la vita e i mali della civiltà inglese ottocentesca: la povertà, il lavoro minorile, la criminalità urbana, e la intrinseca ipocrisia della cultura vittoriana.

Durante il suo viaggio in Italia, nel 1844, Dickens si fermò anche a Modena, in una “splendida giornata, dove l’oscurità dei cupi colonnati sopra i marciapiedi che costeggiano il corso principale su entrambi i lati, è stata resa fresca e piacevole dal cielo luminoso, così meravigliosamente blu” come si legge nella sua descrizione scritta in “Pictures from Italy”.

 

INIZIATIVE PER LE FESTE ANCHE AL MEF

In dicembre anche il Museo casa natale Enzo Ferrari, dove prosegue la mostra “Le grandi sfide Ferrari Maserati”, si veste a festa e organizza varie iniziative per tutti, con un occhio di riguardo per i bambini. Sabato 1 dicembre si comincia con due laboratori creativi per i piccoli (su prenotazione, l’iscrizione costa 5 euro). Il primo è un laboratorio di progettazione, disegno e collage per bambini da 6 a 11 anni. Incomincia alle 15 e si intitola: “La sfida: crea il tuo slogan!”. Il secondo è, invece, un laboratorio di costruzione e fantasia per bimbi da 3 a 5 anni. Si intitola “Piccole sfide, crea la tua automobile” e incomincia alle 16.30.

 

Dal 1 dicembre al 6 gennaio sotto l’albero di Natale nel cortile del Museo ogni giorno sarà esposta un’auto d’epoca diversa in collaborazione col Circolo della Biella. E sotto lo stesso grande albero, il 23 dicembre alle 16 si svolge la festa, aperta a tutti a ingresso libero e gratuito, “Buon Natale al Mef”, con panettone e vin brulè in collaborazione con la Pasticceria Emiliana di Modena e l’associazione “Via Piave e Dintorni”. Dentro al Museo, sotto il cofano giallo, ci sarà un albero di Natale bianco in cartone riciclato che i visitatori decoreranno con messaggi sul tema del “coraggio”. I bambini potranno portare al Mef disegni o letterine sul tema “Il coraggio che ho avuto quella volta…”.

 

Le letterine e i disegni più significativi verranno premiati domenica 6 gennaio 2013. Domenica 16 dicembre alle 16 è in programma “La Parola ai Bolidi, racconti tra cultura, design e tecnologia”, nel ciclo di incontri che raccontano la mostra in corso con personaggi d’eccezione (ingresso al Museo al prezzo speciale di 9 euro dalle 14), mentre mercoledì 26 alle 16 va in scena “Al castello di Vallecupa” spettacolo di burattini a guanto della tradizione con Moreno Pigoni e Cristian Del Grosso. L’ingresso a spettacolo e museo costa 5 euro per i bimbi e 7 per gli accompagnatori. Anche in questo caso la prenotazione è obbligatoria (tel. 059 239268 – email fondazione@museocasaenzoferrari.it).

 

“ASPETTANDO IL NATALE” NEL CENTRO STORICO DELLA CITTÀ

Sabato e domenica 1 e 2 dicembre con il Mercato di artigianato artistico che tornerà anche l’8, il 9 e dal 15 al 24 dicembre, prendono il via le iniziative “Aspettando il Natale” promosse dalla Circoscrizione 1 Centro storico San Cataldo.

Domenica 2 alle 16 nella Chiesa di S. Vincenzo, in corso Canalgrande, prende il via la tredicesima edizione della rassegna corale Note di Natale in Centro Storico, organizzata dal Coro Folk S. Lazzaro. Nel primo appuntamento si esibiranno il coro Folk S. Lazzaro, il coro Raimondo Montecuccoli di Pavullo e il coro Ezzelino di Romano Ezzelino di Vicenza.

 

Durante tutto il mese si svolgeranno concerti in varie chiese del centro e iniziative di animazione pre natalizia in piazzale Redococca con degustazioni, musica dal vivo in compagnia delle Nataline. Inoltre, dal 9 dicembre e per tutte le festività, nell’atrio dell’ex cinema Principe, in piazzale Natale Bruni, sarà allestito un grande presepio scenografico di ambientazione popolare.

Il programma completo delle iniziative è consultabile in internet (www.comune.modena.it/decentramento/circoscrizione-1); per informazioni: Circoscrizione 1, tel 059 2033480.

 

PER I PICCOLI 7 APPUNTAMENTI NATALIZI CON “BIBLIOTECHINO”

Come si passa il “Natale a casa di bibliotechino”? Che regalo riceverà il castoro Grogh? E qual è la vera storia del primo Natale? I bambini modenesi da 4 a 10 anni potranno scoprirlo, dall’1 al 21 dicembre, alle biblioteche Delfini, Crocetta, Rotonda, e Villaggio Giardino, nel ciclo di letture animate “Buon Natale”. É consigliato prenotare telefonando o presentandosi in biblioteca.

 

Si comincia sabato 1 dicembre alle 15.30 al Villaggio Giardino con “Natale a casa di Bibliotechino”, lettura animata con Alessandro Rivola per bambini da 4 a 7 anni (via Marie Curie 22/b, tel. 059 355449). Al Villaggio Giardino si torna mercoledì 19 dicembre alle 17, con un appuntamento per bambini dai 6 a 9 anni, “La storia del primo Natale”. Chi preferisce la biblioteca Rotonda può scegliere tra mercoledì 12 dicembre alle 17 (sempre con “La storia del primo Natale”) e martedì 18 alle 17 con il “Canto di Natale” della Compagnia Dammacco, per bambini dai 5 ai 9 anni (via Casalegno 42, tel. 059 441919). Alla biblioteca Crocetta (via Canaletto 108, 059 2033606) venerdì 14 dicembre alle 17, Marco Bertarini condurrà “Grogh: storia di un castoro”, per bambini da 9 a 10 anni. Giovedì 20 alle 17 ci sarà invece “Natale a casa di Bibliotechino”, che replica anche venerdì 21 dicembre alle 17 alla Delfini (corso Canalgrande 103, 059 2032940).

 

Marco Bertarini si occupa di formazione e narrazione, realizzando progetti di promozione della lettura rivolti all’infanzia e conducendo laboratori teatrali per bambini e adulti. Alessandro Rivola, attore diplomato alla scuola di Teatro di Bologna, ha lavorato per anni con Drama teatri e con l’Associazione Voci di Vetro. Propone narrazioni e letture animate per adulti e ragazzi. La Compagnia Dammacco, nata nel 2009, è composta da Serena Balivo, Alberto Locatelli, Stella Monesi, Luca Moreni e Matteo Dammacco.

Etilometro

Etilometro on-line

Consulenze online

piccolo chimico

Piccolo chimico

Gioco azzardo

Gioco d'azzardo

Prevaricazioni e bullismo

Prevaricazioni e bullismo

Servizio civile

Servizio civile

scrivici