Tu sei qui: Home / Fumetti / I AM A HERO, VOL. 1 E 2, KENGO HANAZAWA

I AM A HERO, VOL. 1 E 2, KENGO HANAZAWA

creato da Giovanni Scalambra ultima modifica 16/10/2012 15:57
Il mondo che conoscevi non esiste più... Sei pronto per essere un eroe?

“I am a hero” è un oggetto anomalo. Difficile inquadrarlo in un genere preciso, difficile identificarsi nelle bizzarrie del (clamorosamente spassoso) protagonista, difficile comprendere a una prima lettura i tanti indizi (di non si sa bene cosa…) sparsi nella trama. 

 

   Meno difficile dargli un giudizio (pur parziale, avendo a disposizione per ora solo i primi due numeri): si tratta di un ottimo manga. Di quei manga che richiedono attenzione, che presentano indecifrabili misteri che, nonostante le apparenze, seguono un disegno preciso. Un fumetto che testimonia ancora una volta che in Giappone hanno storie sempre nuove da raccontare. E sanno come raccontarle.
  

Hideo è un mangaka. O, meglio, un tempo era un mangaka, ma dopo la sospensione della sua opera più nota (l’unica pubblicata, in verità…) si è “ridotto” a fare l’assistente. Ossia uno che disegna sfondi, mette retini e rimane nell’ombra (se quello che sto scrivendo vi suona incomprensibile, recuperate immediatamente “Bakuman”).


   Ha un rapporto complicato con la fidanzata, che ha il grave difetto di avere come ex l’autore più in voga del momento, fa parte di un club di tiro con la carabina, è appassionato di televisione (tra i suoi must l’incredibile “Buongiorno tette!”) e, come scrivevamo all’inizio, è bizzarro. Parecchio. Tanto che vede amici (e nemici) immaginari, recita mantra improbabili per proteggersi da inesistenti pericoli e vorrebbe con tutto se stesso essere un protagonista. Un eroe.


   Ma siamo davvero sicuri che le sue visioni siano il frutto di una mente, se non disturbata, perlomeno sui generis?


   Esordisce con un numero 1 di altissima qualità (ma anche il numero 2, pur svelando alcuni misteri, rimane ottimo) “I am a hero”, “diverso” per narrazione (tanti dialoghi e monologhi, pensieri che “conversano” con personaggi immaginari) e disegni (eccellenti le rappresentazioni delle espressioni facciali dei vari attori in scena) e capace di insinuare pagina dopo pagina interrogativi su ciò che è reale e ciò che non lo è.


   Un manga horror (guardate l’ultima pagina del primo volume nel caso aveste dubbi… oppure leggetevi tutto il numero 2) promettentissimo, senza dubbio da “far mettere in casella” nella vostra fumetteria di fiducia.

Kengo Hanazawa, I am a hero, vol 1 e 2, GP Publishing, pagg. 240, euro 5,90

Voto 7,5

Etilometro

Etilometro on-line

Consulenze online

piccolo chimico

Piccolo chimico

Gioco azzardo

Gioco d'azzardo

Prevaricazioni e bullismo

Prevaricazioni e bullismo

Servizio civile

Servizio civile

scrivici