Tu sei qui: Home / Notizie / SAPERE + SAPORE

SAPERE + SAPORE

creato da eugenio bignardi ultima modifica 12/11/2014 09:59
Intervento di Edoardo Polidori sul rapporto dei giovani con sostanze psicoattive tenuto al Liceo Monti di Cesena. Ai bisogni fisiologici dell'Accumbens Nucleus bisogna rispondere con una prevenzione stimolante.

La verità è una cosa complessa. Come devono porsi gli adolescenti nei confronti delle sostanze psicoattive? Il consumo, nel senso ampio del termine, come può essere trattato? Ne ha parlato Edoardo Polidori, Dottore e Dirigente del SERT di Forlì, sabato 25 Ottobre nella palestra del Liceo Monti di Cesena. Dalle 9.00 fino alle 13.00 il relatore si è rivolto prima ad alcune classi prime, e dopo la pausa dell'intervallo a studenti delle quinte. Ha introdotto la sua esperienza riportando la definizione di un amico: “Un esperto è uno che ha commesso tutti gli errori possibili in un settore molto ristretto” e senza dilungarsi sulla sfera personale comincia a delineare la situazione giovanile. Caratterizzata sì da cambiamento ma anche da un bisogno fisiologico di stimoli. Parla della corteccia pre-frontale e della relativa funzione di ragionamento che ci porta a soppesare le azioni, a valutare, e dell'Accumbens Nucleus, terribilmente incuriosito verso ciò che non conosce. Questo compagno ficcanaso vede la sua attività sinaptica superare quella del suo nemico più conservatore proprio nell'età adolescenziale, arrivando poi a stabilirsi nel corso degli anni. Da qui il grande bisogno: la prevenzione deve essere stimolante, altrimenti il disinteresse in risposta sarà ragionevole. Bisogna aggiungere un po' di sapore alla medicina amara del sapere, come l'aragosta nella pozione di Panoramix: non cambia l'effetto ma ne migliora il gusto.

 

Occorre quindi bilanciare con tutti i mezzi possibili, cosa che Edoardo è in grado di fare. Durante l'incontro proietta alle sue spalle slide raffiguranti manifesti sulle droghe. Alcune di queste erano ritrovabili per i corridoi del Liceo incorniciate e appese al muro. Una vera e propria galleria ricca di significati e storia, che mostra quanto nella concezione comune di intendere le sostanze vi siano ancora grandi contraddizioni. Le classi più giovani sono meno attente agli argomenti e tendono a distrarsi facilmente, mentre le quinte sono interessate e nonostante ascoltino in silenzio provano ugualmente un po' di vergogna ad esporsi davanti a tutti per fare domande.

 

 

Spiega grafici con dati statistici sui consumi e sui danni, dove emerge in cima alla classifica di “Sostanza più pericolosa per l'individuo e per gli altri” proprio l'Alcool. Il relatore equilibra le informazioni più tecniche a contenuti accantivanti per i ragazzi. A seguire il filo logico del suo discorso compaiono aforismi delle più grandi personalità: da Gogeta con “Se esiste un limite voglio raggiungerlo, per poi superarlo” a Krishnamurti “La più alta forma di intelligenza umana è la capacità di osservare senza giudicare”. Colpiscono i testi e le sonorità di due canzoni contemporanee tra loro; “Il cantico dei drogati” di De Andrè esprime il dramma del morire dentro, da lui inteso in senso ampio, e la gioiosa “Una storia disonesta” di Stefano Rosso entrata nella storia della musica italiana con in ritornello “Che bello, due amici una chitarra e uno spinello...”.

 

Stimoli e visioni molteplici e molto diversi fra loro, con lo stesso punto in comune: destare un senso critico. Il rappresentante d'istituto Carlo Scotto Di Clemente giudica positiva la giornata, alla quale partecipò anche nelle edizioni precedenti “Fa pensare molto, in particolare all'uso quotidiano di sostanze come l'alcool che in realtà è il più pericoloso”. Polidori non fa l'anchorman puntando la camera solo su ciò che piace, ma è proprio sulla pluralità di possibilità che si concentra. Come volesse dire “Tra tutte queste, tu quale scegli?” insistendo sull'immagine di avventuriero che ogni adolescente dovrebbe ricercare dentro di sé, preparandosi, usando coscienza, avendo la maturità di ritrattare le proprie scelte, tornando indietro, ricominciando.

Etilometro

Etilometro on-line

Consulenze online

piccolo chimico

Piccolo chimico

Gioco azzardo

Gioco d'azzardo

Prevaricazioni e bullismo

Prevaricazioni e bullismo

Servizio civile

Servizio civile

scrivici

 

MakeIt Modena_logo