Tu sei qui: Home / Notizie / VILLA BI FESTEGGIA 25 ANNI CON DUE GIORNI DI EVENTI

VILLA BI FESTEGGIA 25 ANNI CON DUE GIORNI DI EVENTI

creato da la redazione — ultima modifica 27/11/2014 18:57
Sabato 29 e domenica 30 novembre, incontri, musica, fumetti, conferenze e laboratori sul tema dell’adolescenza. Tra gli ospiti Vasco Brondi e Davide Toffolo

The kids are al right?, cantavano gli Who. I ragazzi stanno bene? La domanda rimane sospesa, come sempre quando si parla di adolescenza. Qualche risposta forse uscirà fuori dalla due-giorni di sabato 29 e domenica 30 novembre, promossa dal Comune di Campogalliano, per festeggiare i primi 25 anni di Villa Barbolini, centro di aggregazione dalle tante sfaccettature, laboratorio positivo per un quarto di secolo per le pratiche educative rivolte alla fascia cruciale dei teenagers.

 

Tra gli ospiti il giovane cantautore ferrarese Vasco Brondi, in arte Le Luci della centrale elettrica, definito un’icona degli anni zero, un punto di riferimento per un’intera generazione di nativi digitali, cresciuta con facebook. Il giovane cantautore ferrarese incontrerà i ragazzi sabato 29, alle 17, presso LaPausa Cafè, dialogando insieme alla psicologa Maria Corvese e allo scrittore Davide Bregola. Il titolo dell’incontro è: “Cosa racconteremo ai figli che non avremo di questi xxx di anni zero?”

 

Altro ospite di rilievo è Davide Toffolo, celebrato fumettista e insieme leader dei Tre Allegri Ragazzi Morti. Le due attività dell’artista friulano si integrano vicendevolmente con performance di disegno e musica live, o come le atmosfere musicali durante le sue mostre di tavole o i videoclip delle canzoni. Toffolo incontrerà i ragazzi domenica 30 novembre alle 18, sempre a La Pausa Cafè, insieme a Marco Battini e Davide Bregola. Proporrà un incontro/concerto acustico dal titolo “Ogni adolescenza coincide con la guerra”.

Di grande interesse è un ulteriore appuntamento per domenica 30, alle 12, con il “Brunch a Fumetti” insieme alla disegnatrice  e scrittrice Gihèn Ben Mahmoud. Trentadue anni, da otto in Italia, Gihèn è tunisina e può parlare in prima persona sul come costruire un’identità a cavallo fra due culture spesso rappresentate dai mass media in modo conflittuale.

 

La due-giorni avrà inizio sabato 29 novembre alle 10 con “Adolescenti ieri oggi e domani”: un incontro per fare il punto su giovani, spazi aggregativi, politiche giovanili e molto altro al quale prenderanno parte Leopoldo Grosso, psicologo e terapeuta vice-presidente del Gruppo Abele di Torino, Giorgia Silvestri, coordinatrice della Cooperativa Sociale Aliante per la gestione dei centri giovani, gruppi educativi territoriali ed educativa di strada e gli amministratori locali che si sono succeduti negli anni. Alla due-giorni campogallianese prenderanno parte anche gli ex gestori del bar della Villa, oltre a psicologi, psicoterapeuti, esperti sull'adolescenza, insegnanti, ospiti dagli altri centri di aggregazione, etc.

 

Per il sindaco di Campogalliano Paola Guerzoni, si tratterà di una “festosa e autentica full-immersion nel mondo dei nostri ragazzi. Un momento di intensa riflessione sulle ansie e le aspirazioni dei nostri giovani, una realtà che ci sta molto a cuore, anche per ripartire con ancora più slancio verso il futuro delle Politiche Giovanili del nostro distretto.”

Etilometro

Etilometro on-line

Consulenze online

piccolo chimico

Piccolo chimico

Gioco azzardo

Gioco d'azzardo

Prevaricazioni e bullismo

Prevaricazioni e bullismo

Servizio civile

Servizio civile

scrivici

 

MakeIt Modena_logo