Tu sei qui: Home / Speciali / Emilia: 20 maggio 2012 / GEMELLAGGIO GIOVANI EMILIA ROMAGNA

GEMELLAGGIO GIOVANI EMILIA ROMAGNA

creato da Laura Solieri ultima modifica 11/11/2012 17:21
'Il desiderio è l'unico motore che muove il mondo'

Nei comuni di Concordia, San Prospero, Finale Emilia e San Felice ha preso il via un interessante progetto di gemellaggio rivolto ai giovani tra i 14 e i 24 anni residenti nelle zone dell'Emilia Romagna colpite dal terremoto e a loro coetanei provenienti da altre città e comuni italiani.

 


Promotore dell'iniziativa è la cooperativa sociale Il Girasole onlus che opera in collaborazione con l'associazione  Portofranco  Emilia Romagna, Comune e Parrocchia di San Felice, Comune di San Prospero, Comune di Finale Emilia, Comune e Parrocchia di Concordia.

 

 


"Il progetto che proponiamo nasce dall'incontro con ragazzi dei paesi terremotati che hanno manifestato l'urgenza di esserci e di fare e la necessità di non vivere passivamente il dramma che li ha colpiti. Aspetto cardine del progetto, e sua metodologia di attuazione, è la promozione del gemellaggio tra ragazzi coetanei e, di conseguenza, fra famiglie, insegnanti, istituzioni scolastiche e comunità. Lunedì 16 luglio, quando abbiamo iniziato, abbiamo registrato 186 iscritti (tutti ragazzi dai 14 a 24 anni) e 56 volontari che si sono attivati da tutta Italia!" afferma entusiasta il presidente de Il Girasole Antonio Capasso.


Laboratori di aiuto allo studio, danza classica, hip pop e break dance, batteria, fisarmonica, chitarra classica, tornei di calcetto saponato sono solo alcune delle numerose attività proposte per questi ragazzi. I singoli laboratori tematici sono coordinati da responsabili per tutta la durata del progetto, al fine di garantire un'adeguata continuità e omogeneità all'attività laboratoriale che prevede una durata di circa una settimana e potrà concludersi con un evento finale aperto alla cittadinanza.


"Il gemellaggio andrà avanti fino a settembre ma data la complessità della situazione presente, non si esclude la possibilità di un proseguimento delle attività" spiega Capasso. "Il progetto si prefigge l´obiettivo innanzitutto di investire sulle risorse umane, in particolare dei giovani, cui sono legate tante scelte anche a livello familiare e sociale e che più difficilmente sono intercettati dai soggetti operanti sul territorio anche in un contesto di normalità. La nostra azione  - conclude il presidente de Il Girasole - mira a sollecitare i giovani a rendersi coscienti del capitale umano di cui dispongono e a fare pertanto della calamità e della crisi un'occasione per un loro rinnovato protagonismo".

 

Per maggiori informazioni sul progetto, per scoprire come partecipare e/o finanziare l'iniziativa: www.emilia.gemellaggiogiovani.it

Etilometro

Etilometro on-line

Consulenze online

piccolo chimico

Piccolo chimico

Gioco azzardo

Gioco d'azzardo

Prevaricazioni e bullismo

Prevaricazioni e bullismo

Servizio civile

Servizio civile

scrivici

 

MakeIt Modena_logo