Tu sei qui: Home / Libri

Libri

creato da admin ultima modifica 10/12/2012 17:22
Libri
Nel labirinto di Sigge Eklund
Nel labirinto di Sigge Eklund

"Anche se a volte tende al sensazionale, anche se ci sono troppi ‘casi’ fuori dalla norma, “Nel labirinto” è un romanzo intrigante e inquietante che si legge d’un fiato" (Marilia Piccone)


Svegliare i leoni di Ayelet Gundar-Goshen
Svegliare i leoni di Ayelet Gundar-Goshen

"Eita, un medico che è tenuto a curare tutti per il giuramento di Ippocrate e per di più un uomo integro. Eppure, anche lui, in questa situazione, non può fare a meno di discriminare: la vita di un eritreo vale di meno di quella di israeliano?" (Marilia Piccone)


Il nascondiglio di Christoph Boltanski
Il nascondiglio di Christoph Boltanski

"Si resta intrappolati nel fascino della famiglia Boltanski, catturati dall’umorismo gentile, da quel miscuglio di ironia, di commedia, di tragedia con cui sono intessute le vicende e soprattutto dal profondo amore che è il collante di tutte le storie dei Boltanski" (M. Piccone)


Le nostre anime di notte di Kent Haruf
Le nostre anime di notte di Kent Haruf

C’è grandezza nella semplicità, nei romanzi di Kent Haruf. Pacatezza e poesia. Essenzialità. La luce dello straordinario nel quotidiano (M. Piccone)


Il cuore degli uomini di Nickolas Butler
Il cuore degli uomini di Nickolas Butler

"Lo scoutismo è finito. Anche il modello americano è scaduto" (M. Piccone)


Tutto quello che non ricordo di Jonas Hassen Khemiri
Tutto quello che non ricordo di Jonas Hassen Khemiri

"Si può mai dire di conoscere qualcuno? È questo che vuole dire, infine, “Tutto quello che non ricordo”: che ognuno di noi è tante persone quante sono quelle che ci conoscono". (M. Piccone)


Il ragazzo di Aleppo che ha dipinto la guerra di Sumia Sukkar
Il ragazzo di Aleppo che ha dipinto la guerra di Sumia Sukkar

Una guerra, un dramma che non possono lasciarci indifferenti


Giardini di consolazione di Parisa Reza
Giardini di consolazione di Parisa Reza

“Giardini di consolazione” ci guida nella storia dell’Iran in anni cruciali. Sono pagine di esaltazione e di sconfitta, di paura e di smarrimento" (M. Piccone)


Il museo delle penultime cose di Massimiliano Boni
Il museo delle penultime cose di Massimiliano Boni

"Il libro di Massimiliano Boni si distingue perché affronta in maniera originale il problema di come non lasciar sprofondare nell’oblio la tragedia che ha segnato la Storia e la coscienza dell’Europa" (M. Piccone)


Il sacrificio del fuoco di Albrecht Goes
Il sacrificio del fuoco di Albrecht Goes

"Si era stupita la prima volta che una cliente era entrata nel negozio con la stella gialla cucita sul cappotto. Si era abituata anche a quello"


I BELLISSIMI DIECI DEL 2016
I BELLISSIMI DIECI DEL 2016

I dieci libri imperdibili dell’anno appena trascorso.


Io sono con te di Melania Mazzucco
Io sono con te di Melania Mazzucco

"Un romanzo molto bello e generoso contro la discriminazione" (M. Piccone)


La solitudine dell'assassino di Andrea Molesini
La solitudine dell'assassino di Andrea Molesini

"Perché si uccide? Perché Carlo Malaguti ha ucciso a sessant’anni? Un bel romanzo, una narrativa limpida e tersa come il cielo di Trieste spazzato dalla bora" (M. Piccone)


 Stradanove Cit.&Quote: dicembre 2016
Stradanove Cit.&Quote: dicembre 2016

Qui trovate tutte le frasi e le citazioni postate sulla nostra pagina Facebook nel mese di dicembre.


Il simpatizzante di Viet Thanh Nguyen
Il simpatizzante di Viet Thanh Nguyen

"Vincitore del Premio Pulitzer 2015, questo è un libro da leggere" (M. Piccone)


Le donne della notte di Marlon James
Le donne della notte di Marlon James

Un libro che lascia sul lettore le stesse cicatrici che mappano la schiena di Lilith, che non si dimentica, che si deve leggere. (M. Piccone)


“Il problema di essere unici”. Stefano Benni e Luca Ralli al Forum Monzani
“Il problema di essere unici”. Stefano Benni e Luca Ralli al Forum Monzani

Pinocchio “per sopravvivere nel finale deve cambiare la sua diversità”. Ma questo è davvero un lieto fine?


Io non mi chiamo Miriam, Majgull Axelsson
Io non mi chiamo Miriam, Majgull Axelsson

Sono passati più di settant’anni dalla fine della seconda guerra mondiale, tutto dovrebbe essere già stato detto e scritto. Eppure manca sempre qualcosa. Eppure ci sono ancora vicende umane che ci colpiscono nella loro unicità e fanno luce sulla condizione di molti. (M. Piccone)


“Sai che c’è? La tua storia la racconto io!”. Incontro in Delfini con Francesca Diotallevi ed Elena Varvello
“Sai che c’è? La tua storia la racconto io!”. Incontro in Delfini con Francesca Diotallevi ed Elena Varvello

Due romanzi necessari, perché raccontano vite che la storia non ha avuto il coraggio di ricordare.


IL DISCO ROTTO. 33 RIVOLUZIONI di Canek Sánchez Guevara
IL DISCO ROTTO. 33 RIVOLUZIONI di Canek Sánchez Guevara

"Cuba è un disco rotto, niente cambia più a Cuba". Il nipote del "Che" racconta la Cuba governata da Fidel Castro che "che l’ha salvata dalla dittatura di Batista, è vero, ma che pretende di continuare a salvarla e si è trasformato lui stesso in un dittatore" (M. Piccone).


Etilometro

Etilometro on-line

Consulenze online

piccolo chimico

Piccolo chimico

Gioco azzardo

Gioco d'azzardo

Prevaricazioni e bullismo

Prevaricazioni e bullismo

Servizio civile

Servizio civile

scrivici